8 – 12 GIUGNO: 5 DAYS IN ROCK FESTIVAL!

“5 DAYS IN ROCK FESTIVAL”: Elliott Murphy, Eddie & The Hot Rods & many more , garantisce Trieste Is Rock!

Cinque giorni di musica: l’11 giugno arriva l’evento rock di maggior richiamo dell’estate triestina con Bruce Springsten & the E Street Band allo Stadio Nereo Rocco, e a corollario di ciò Trieste Is Rock promuove una serie di concerti per far vivere alla nostra città una 5 giorni senza precedenti, un invito a chi arriva da fuori Trieste per il concerto del Boss a fermarsi in città per più giorni perché oltre ad una bellissima città troverete un clima rockeggiante al massimo! Gli eventi sono ad ingresso libero e sono realizzati con il contributo della Fondazione CRTrieste ed altri sponsor.

Si comincia venerdì 8 giugno 2012 allo Stabilimento Balneare Ausonia in Riva Traiana, sul mare a pochi minuti a piedi dal centro: dalle ore 22 ecco il TRIESTE IS ROCK PARTY 2.1, protagonisti tre band triestine di valore come ROY FORCE ONE, ARCHER DIVINITY e BRUZAI. A seguire DJ set di Ricky Russo e Jack Rabbit Slim.

Sabato 9 giugno si parte da Piazza Sant’Antonio (SPOSTATO IN AUSONIA CAUSA MALTEMPO!!) , dove alle ore 21 si esibisce la leggendaria punk rock band inglese EDDIE & THE HOT RODS. Dalla mezzanotte, ci si sposta all’Ausonia dove la festa continua con i punkster triestini MYSPACE INVADERS che aprono per gli americani AVENUE X. A concludere una serata che si preannuncia carica di energia dj set targato Virgin Radio con DJ TOKI.

Domenica 10 giugno all’Ausonia dalle ore 21 un personale Tribute al “THE TOUR” cioè all’incredibile tour messo in piedi per questa estate da Kiss e Motley Crue sul suolo americano. La stessa magia verrà proposta dalle nostre parti grazie ai FOUR SKIN di Milano e ai KISS FOREVER da Budapest!

Martedì 12 giugno alle ore 18 presso la Libreria Minerva presentazione del libro “Springsteen in Italian Land 1985-2012” alla presenza dell’autore Daniele Benvenuti. E alle ore 21 in Piazza Sant’Antonio gran finale con ELLIOTT MURPHY, in linea con quel rock a stelle e strisce di cui Springsteen è l’esponente più noto. (SPOSTATO IN AUSONIA CAUSA MALTEMPO!!)

Cinque giorni di musica, cinque ottimi motivi per visitare Trieste!

I PROTAGONISTI

ELLIOTT MURPHY
Elliott Murphy, classe 1949, è cresciuto a Garden City, Long Island, prima di cominciare a girare l’Europa con il fratello suonando per strada o nelle stazioni della metropolitana. Tornato a New York nel 1973, fonda gli Aquashow e inizia ad esibirsi in alcuni locali al fianco di band come New York Dolls e Patty Smith Group. Ottenuto un contratto con la Polydor, pubblica l’album d’esordio AQUASHOW nel 1973 ottenendo subito ottimi riscontri dalla critica. Seguono altri lavori interessanti, ma nel 1978, sotto l’incalzare della disco music, il contratto giunge allo scioglimento e due anni dopo Murphy costituisce la sua etichetta e pubblica un mini album con 6 brani, AFFAIRE, che ebbe un discreto successo in Europa, seguito dal suo capolavoro MURPH THE SURF. A metà degli anni ’80 la fama di Elliott Murphy si va consolidando sia in Europa che negli USA, testimoniata da una serie di bootleg tratti dai suoi concerti. Lui nel frattempo suona e scrive libri e articoli per riviste musicali e più tardi pubblica MILWAUKEE, prodotto dal tastierista dei Talking Heads Herry Harrison e CHANGE WILL COME prodotto da Chris Spedding (Smithereens). All’inizio degli anni ’90 Elliott si trasferisce a Parigi ma incide per l’etichetta indipendente newyorkese Razor & Tie. Con SELLING THE GOLD, nel 1996, Murphy riprende a pubblicare materiale inedito dopo qualche anno, ospitando in quell’ottimo disco Sonny Landreth, Bruce Springsteen e Violent Femmes. Nel 2000 esce un album diviso con il chitarrista francese Olivier Durand e l’anno seguente è la volta di un altro disco a quattro mani con l’ex-Fairport convention Iain Matthews. Tra il 2002 e il 2008 pubblica altri cinque dischi, questa volta da solo, continua ad andare in tour, e pubblica il romanzo “Poetic justice” (2005). Nel 2010 viene invece realizzato il suo lavoro più recente, ELLIOT MURPHY.

EDDIE & THE HOT RODS
Eddie & The Hot Rods nascono nel 1975 ed inizialmente vengono classificati come “punk band” anche se il loro repertorio s’ispira più ai The Who, ai Kinks con l’inserimento di uno sporco blues, di un soul aspro e di un seminale rock’n’roll. In realtà sono quindi più catalogabili come appartenenti al filone del “pub rock” (Ian Dury, Graham Parker, il primo Elvis Costello, Dr Feelgood e così via). Come scrisse qualcuno “Eddie and the Hot Rods furono, nel 1976, un gruppo che nessuno avrebbe potuto considerare coinvolto nel movimento punk, ma allo stesso tempo, nessuno avrebbe potuto negare che sul palco fosse una delle band più eccitanti di Londra”. Nel 1976 Eddie & the Hot Rods suonarono al Marquee Club di Londra – il concerto fui aperto da una band agli esordi: i Sex Pistols. Nello stesso anno duettarono sempre allo storico Marquee con gli Ac/Dc. Al loro attivo hanno 13 album, più due live (uno è quello del Marquee) ed un cospicuo numero di singoli ed Ep. In questo lasso di tempo la band ha diviso il palco oltre che con i citati Ac/Dc anche con Ramones, Clash, Sex Pistols, Talking Heads. Esplosivi al fulmicotone nella loro essenzialità da tre accordi eccitanti e trascinanti a livello di pulsazioni, con il doveroso omaggio ai predecessori (gli Who di “The Kids Are Alright”).

AVENUE X
La band AVENUE X nasce a NEW YORK CITY nel 2011 dall’incontro di due personaggi alquanto singolari: la newyorchese DIONNE LENNON, diciottenne attrice, cantante, musicista e compositrice, e il noto paracadutista acrobatico MARZIO DAL MONTE, conosciuto come SKYPUNKER (www.skypunker.com). Dionne Lennon, di recente Dionna Dal Monte, e’ figura nota nel mainstream statunitense per aver partecipato a numerosi film e serie televisive, tra cui i Sopranos e Summer of Sam. Dionna inizia a recitare all’eta di 9 mesi, ed a 3 anni ricopre già ruoli importanti nel controverso film High Times Potluck. Diventa così la più giovane attrice ad essere iscritta ai registi dello Screen Actors Guild. All’eta di 4 anni inizia a suonare piano e chitarra, ed a 6 anni comincia a comporre musica. Nonostante la sua giovane eta’, appena 18 anni, ha già collezionato una serie impressionante di successi, tra cui due brani di sua composizione nella top ten di American Idol, ruolo di protagonista nel TV SHOW ROCKIN AMERICA e collaborazioni con l’amico Brad Roberts, voce della band Crash Test Dummies. Cantante e chitarrista del trio, Dionna e’ compositrice di tutti i brani della band. Al basso troviamo il connazionale Marzio Dal Monte, paracadutista punk già noto al pubblico per i suoi lanci spericolati dagli aerei e bassista di prim’ordine. La coppia si conosce nel Village e decide di iniziare a suonare insieme. Già subito la peculiarità dei brani di Dionna cattura l’attenzione del batterista dei RAMONES, MARKY RAMONE, che si offre di suonare la batteria nel mini cd d’esordio della band, che può così contare sulla partecipazione di una vera e propria rockstar, che produce il minicd d’esordio. Il minicd, AVENUE X, e’ stato registrato nel nuovissimo studio della CONVERSE a Brooklyn, presso il Rubber Track Studio. Ingegnere e tecnico del suono Aaron Battistelli, che ha poi seguito la band nella masterizzazione finale presso gli studio Red Stadium di MANHATTAN. Tre i brani: I WANT YOU, scritto da Dionna Dal Monte; BLUE MOON ON KENTUCKY, cover versione punk rock del famoso brano country con SPECIAL GUEST alla slide guitar il noto bluesman Meyer Mossabi, e FEEL DEAD, sempre di Dionna Dal Monte. I brani proposti sono un efficace esempio di punk rock con radici blues, difficilmente etichettabile. Un ottimo prodotto genuinamente rock’n’roll. La voce di Dionna e’ graffiante e melodica allo stesso tempo, un talento eccezionale, mentre la batteria di Marky e’ inconfondibile e il basso di Marzio non perde un colpo. Poco dopo le registrazioni del primo lavoro della band, Dionna sposa Marzio presso il municipio di Brooklyn. Testimone delle nozze e’ sempre Marky Ramone: tre generazioni di punk rock unite da un matrimonio. Dopo il matrimonio Marzio e Dionna volano in Italia con il master del minicd, ed incrociano i propri destini con la label Black Fading e con la distribuzione Audioglobe, che decidono di supportare la band con la distribuzione del minicd a livello nazionale e su base mondiale tramite I TUNES. Nello stesso periodo la coppia, dopo aver assoldato alla batteria il vicentino Paolo Isetti e gettato così un inedito ponte tra NEW YORK, dove la coppia risede, e l’Italia, facendo del nostro paese un terreno privilegiato per i rapporti tra la band ed i fans, forti anche del particolare rapporto che lega il bassista Marzio Dal Monte agli ambienti di Little Italy a Manhattan. Con il 2012 arriva la svolta: la label NIGHTLIFE PRODUCTIONS, che ha distribuzione mondiale in 25 paesi e copertura assoluta su I TUNES, APPLE, BEST BUY, WALLMART, grazie all’accordo con il monolito Orchard, mette sotto contratto la band, che a gennaio 2012 inizia ad incidere il debut album presso gli studio di Hell’s Kitchen, Manhattan, presto raggiunti dal batterista. Produttore dell’album il veterano SEAN GILL, gia’ produttore di Depeche Mode, Korn, Madonna, New Order, Celine Dion e tanti altri. Con queste premesse la band si chiude in studio ed incide gli inediti 11 brani che andranno a comporre il nuovo disco, tutte future hit: tra queste Never Trust a Junkie, You mean Everything to me e You Are Nothing. Lo stile molto piu’ Dionna – oriented. L’album avra’ una minirelease ufficiale a New York City il 4 luglio, data in cui verra’ edito un assaggio di tre brani dal disco, ed una release per la prima di settembre a Manhattan. Nel frattempo la band ha deciso di tenere un tour europeo, che tocchera’ l’Italia nei mesi di Aprile, Maggio e Giugno. Per l’occasione sara’ rilasciata una edizione a tiratura limitata dell’album con i brani inediti. Un tour mondiale accompagnera’ l’uscita del nuovo album della band che, pare, non avra’ nome, nel puro stile Avenue X.

MYSPACE INVADERS
I MySpace Invaders sono una band di Trieste che è nata agli inizi del 2007 da un idea di Francesco “Bardy” (batteria), Alessio “Pretty Rose” (chitarra solista) e Marco “Nasty Vince” (basso). Il nome del gruppo è l’unione tra il vecchio videogioco “Space Invaders” e il fenomeno mediatico del momento, “MySpace”. Infatti i testi delle canzoni hanno come tema principale i mass media e come questi possano avere effetti devastanti sulle persone che ne fanno abuso. In particolare il primo cd, “666 high score”, è un concept album che racconta le (dis)avventure di un ragazzo ke, dalla completa ignoranza riguardo al mondo di internet, si trova inglobato in esso in maniera pericolosa e ossessiva. Musicalmente parlando, l’idea base del gruppo è di creare un genere personale, che riesca ad assimilare in maniera innovativa e armoniosa i vari generi musicali di ogni suo componente; il risultato è da subito soddisfacente, un energico punk-rock melodico, con sfumature rock’n roll e metal. Dopo un susseguirsi di cambiamenti di formazione, nel settembre 2007 il gruppo è arrivato a quella definitiva, trovando finalmente un cantante-chitarrista, Simone “Kelly Simon”, e cominciando la stesura dei loro primi pezzi. Dopo un anno di prove e messe a punto delle canzoni, nell’aprile 2008 decidono che è giunta l’ora del loro primo concerto: dopo 35 minuti di live in uno dei club underground più popolari di Trieste, il Tetris, il mare di applausi che inonda la sala fa capire agli Invaders che tutti i loro sforzi non sono stati vani! Dopo una settimana la band ha l’onore di suonare come spalla a un leggendario gruppo punk hardcore americano, gli “Static Thought”, al Pieffe Factory di Lucinico(GO). Ed è proprio in questo locale che i MySpace Invaders cominciano a farsi le ossa: visto l’ottimo rapporto con gli organizzatori le date si moltiplicano e nel giro di un’anno ne fanno addirittura 6. Al “Pieffe” la band fa conoscenza con gruppi del calibro di Carry-all, Cattive abitudini e L’Invasione degli Omini Verdi, e quindi con l’etichetta “Indie box”, che li prende in simpatia e li fa partecipare alla Indiebox Compilation volume 4, una compilation in cui sono selezionati i migliori gruppi punk-rock d’Italia, e distribuita in tutto il mondo. Da non dimenticare la “Spritz Compilation”, una compilation a distribuzione gratuita ideata da Ettore delle Cattive Abitudini (5000 copie distribuite). I live sono sempre migliori: nel giugno 2009, all’Università di Trieste, la band si trova davanti a un pubblico di 2000 persone, e nel luglio 2009 i MySpace Invaders hanno un altra splendida occasione: suonare da spalla ai “The Fire”, all’Ausonia, un’altro club molto popolare di Trieste. Ma il caso vuole che nella fase di maggior crescita del gruppo, arrivi anche il momento più buio: Alessio e Marco, per vari motivi escono dal gruppo. Rimangono soltanto Bardy e Simone, che a quel punto si chiedono se continuare o chiudere definitivamente i battenti. La risposta arriva quasi immediata. Fanno la conoscenza di 2 ottimi ragazzi che “casualmente” sono un chitarrista e un bassista: Sami (basso) e Andrea “Zano” (chitarra e voce). L’affiatamento è ottimo, e c’è anche una splendida intesa tra i ragazzi, perciò i MySpace Invaders tornano alla ribalta con nuovi live, nuove canzoni e anche un’altra novità: 2 cantanti. Infatti Andrea nel suo vecchio gruppo era cantante, perciò nelle nuove canzoni Simone e Andrea si alternano alla voce. Dopo i primi mesi dedicati a studiare i brani, il gruppo ha cominciato a registrare il loro primo album, “666 high score”, e lo hanno finito dopo mille fatiche nell’agosto 2010! Nel frattempo ci sono stati molti live, e anche la comparsa sull’Indiebox Compilation volume 5 con la canzone “Emy”. Ora gli invasori hanno in progetto un video musicale proprio di “Emy”, si stanno occupando della grafica del loro primo CD, e attendono con ansia un’etichetta pronta a produrlo!

DJ TOKI
Toky nasce a Varese,e’uno studente della scuola alberghiera ed un promettente calciatore,ma l’amore per la musica lo porta anche a frequentare,ogni pomeriggio, un negozio di dischi nel centro della citta’. Ha 14 anni, ed proprio nel suo negozio di dischi preferito che incontra il personaggio che lo indirizzera’ verso quella che poi diventera’la sua vita: la Radio. E’ a Rete 8 Network che inizia ad imparare il lavoro del tecnico di regia e in breve tempo gli viene “affidato”il programma piu’ importante della radio:LO SVEGLIOTTO…nel 94 un colpo di testa lo porta a lasciare Rete 8 Network per approdare a Radio Italia Vera,vi rimane per 2 anni e finalmente nel 96 il grande salto: RTL 102.5. Per un anno e’il regista del programma notturno piu’ ascoltato d’Italia: il Crazy Club ,nel 97 ,dopo vari tentativi,si aprono le porte di Radio 105 .Inizia a lavorare la sera con Andrea De sabato e Renzo Pozzato,poi la mattina con Gianni Riso..Passano solo 12 mesi e Toky viene mandato in “missione” a New York per il programma 105 N.Y,due ore in diretta tutti i giorni dalla grande mela con Marco Biondi e Camila Raznovich…nel 99′ rientra in Italia e prende in mano le redini dei programmi di Marco Galli: L’AMBARADAN,AUDIRONE e TUTTO ESAURITO… Dal 2001 e’regista e produttore dei programmi RINGO FOR PRESIDENT,REVOLVER e REVOLVER CULT su RADIO 105 con Ringo in onda tutti i giorni dalle 16 alle 18 e la notte dall’1 alle 2. Toky oggi e’in onda su Radio 105 e Virgin Radio con Ringo in Revolver,mentre la notte “suona” nelle piu’ belle discoteche d’Italia(Pre Show Ligabue-Stadio Olimpico Roma,Altromondo-Rimini,Sci​abecco-Villasimius,Ovest Club-Oristano,Miu J’Adore-Senigallia,Parco Del Mugello Motogp,Otel-Firenze,Cafe’S​olaire-Soverato,King Of Lake Red Bull,Formula Uno Party-Monza,SoleLuna Beach-Albissola,Vanilla-To​rino,Bmw Motorrad Days Garmisch,Mv Agusta Factory Days-Misano,Hollywood-Bard​olino,RioBo-Gallipoli,La Bussola-Marina di Pietrasanta,Surf And Sond-Marina di Massa,SnowBreak -Sestriere,Malibu’Tour L’isola che c’e’,Cantera Cafe-Sistiana,Turquoise Beach Club-Rimini…e se avete 6 mesi di Tempo ce ne sono ancora tantissime..

KISS FOREVER
Molto semplicemente la migliore tribute dei Kiss in Europa!!! Fondata da musicisti ungheresi la Kiss Forever Band nasce nel 1995. L’evento che ha fatto nascere il gruppo è stato il Sz.E.Sz., concerto alla E-Klub a Budapest. In quell’occasione diverse stelle insieme sul palco: ben noti musicisti in varie formazioni ha sorpreso il pubblico con produzioni insolite. Il più grande successo è stato ottenuto dai Kiss Forever Band, che a sua volta li ha incoraggiati a mantenere la linea e giocare di più sulla spettacolarità dei loro concerti. Ciò che colpisce subito, ovviamente dopo un analisi del trucco e dei costumi, è la precisione di esecuzione, finalmente una Kiss cover band, che cura, oltre il lato scenico, anche quello musicale ed esecutivo. Finalmente gli stacchi a tempo. In particolare si distingue Pocki “demon”, per una voce veramente inesauribile, che sostiene la parte vocale in maniera egregia, sia i ruoli Lead, che quelli corali.

FOUR SKIN
Una delle migliori tribute dei Motley in Italia, incredibilmente somigliante agli “originali” musicalmente ma anche fisicamente. Tanti concerti tra motoraduni e serate all’Alcatraz di Milano o al Rock ‘n’ Roll!

ROY FORCE ONE
Giovane formazione Hard/Blues Rock guidata da Roy Maffezzoli! Un set all’insegna del più classico Highway Rock Americano con le palle, energiche sfuriate chitarristiche, rock’n’roll radiofonico e divertimento assicurato!

ARCHER DIVINITY
Nascono all’inizio del 2010 da un’idea del cantante Fabio Angel e del chitarrista Gabriel, volendo creare un gruppo che potesse fondere l’energia del classico metal con elementi folk. Dopo aver trovato l’appoggio del batterista Riccardo, del tastierista Ivàn, e del bassista David, il gruppo era finalmente completo e sono nate così le prime canzoni. Volendo introdurre uno strumento più particolare, inizio’ la ricerca di un/a cornamusista che non ando’ a buon fine. Successivamente la band riuscì ad avere un contatto con raffaella (violinista), che dopo aver potuto visionare un concerto del gruppo, decise di intraprendere lo stesso sentiero dei 5 giovani. Purtroppo, a causa di impegni personali, David ha dovuto abbandonare il gruppo e al suo posto è subentrato Samuele. Ora la Line-up è definitiva, e dopo aver registrato una demo si apprestano a farvi ascoltare il prodotto della loro fatica e della loro passione. Questi sono gli archer divinity

BRUZAI
Attivi dalla fine degli anni ’90, rileggono in chiave punk-rock old skool numerosi classici del rock, pop e della new wave, pescando nel repertorio di Rolling Stones, John Lennon, Talking Heads, Culture Club, David Bowie… Dopo un periodo di silenzio, i Bruzai sono rientrati sulle scene con questa formazione: PEDRO basso CONRAD batteria ZAK e MIZIO chitarre NICK voce

02 DICEMBRE: Light of Day Benefit Tour 2022

Torna a Trieste (per l’undicesima volta) il sound della East Coast americana a favore della ricerca sul Parkinson, SLA e Sclerosi Multipla.Nata ad Asbury Park nel New Jersey, con il nome preso in prestito da una sferzante canzone di Bruce Springsteen (tra gli ideatori dell’iniziativa), questa manifestazione ogni anno vede impegnati artisti della scena rock/folk/blues USA in un tour benefico che a dicembre di ogni anno fa tappa anche in Europa.

Scopri l'evento »