15 LUGLIO: ALEJANDRO ESCOVEDO & DON ANTONIO

SABATO 15 LUGLIO, ORE 21.00

PIAZZA VERDI, TRIESTE

ALEJANDRO ESCOVEDO & DON ANTONIO

fb-hot-2

 

evento su facebook: https://goo.gl/DSCkCP

_______________________________________________________________________________

Secondo evento della rassegna “Hot in the city – 2^ edizione” organizzata da Good Vibrations ( www.good-vibrations.it ) con la direzione artistica di Trieste is Rock!

Torna a Trieste dopo 5 anni un grande artista americano che ha già calcato con successo il palco di Piazza Verdi.

☆☆☆ ALEJANDRO ESCOVEDO & DON ANTONIO ☆☆☆
HOT IN THE CITY – Rassegna Rock -
15 luglio 2017 ORE 21.00
Trieste, Piazza Verdi

 

☆☆☆ ALEJANDRO ESCOVEDO & DON ANTONIO ☆☆☆

Esistono vite maledette e vite maledettamente vere.
I sessantasei anni di Alejandro Escovedo appartengono ad entrambe le categorie, ma si portano dietro un’altra sublime maledizione eterna, quella di scrivere canzoni folgoranti.
Il songwriter texano, figlio di emigranti messicani (padre suonatore di mariachi e fratello storico percussionista di Santana), torna in Italia con un nuovo album che rivisita con sangue, classe e passione le sue avventure rock e lo fa insieme ad una delle più vivide realtà della musica italiana, i Sacri Cuori, nel nuovo progetto che il band leader Gramentieri sembra aver studiato apposta per onorare al meglio Escovedo, i Don Antonio.
Folk-rock, blues, psichedelia e suoni vintage oggi possono interpretare a meraviglia uno dei personaggi più influenti ed amati negli States dagli addetti ai lavori e dai colleghi. Fondatore e affondatore di gruppi glitter punk come Nuns e Rank and File, il suo esordio capolavoro “Gravity” festeggia i 25 anni.
La produzione del nuovo “Burn something beautiful”, affidata ad uno dei suoi tanti fans, Peter Buck dei R.E.M. che ha dichiarato di aver realizzato il sogno di arrangiare e scrivere insieme a lui.
Così in passato hanno fatto, tra gli altri, Bruce Springsteen e Ian Hunter, mentre è lunghissima la lista degli artisti che hanno interpretato le sue “street songs” d’amore e di lotta, quasi sempre autobiografiche. Un’occasione da non perdere per riascoltare una voce poetica e sofferta, capolavori come “Falling in love again” e “Down in the bowery” e per chi crede ancora che il rock, quando è autentico e feroce, possa salvare la vita.
Anche quelle disperate.

________________________

FREE ENTRY

________________________

—-> Clicca MI PIACE Sulle Nostre Pagine Facebook <—-

==== https://www.facebook.com/Triesteisrock ===

 

 

Share:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • del.icio.us
  • MySpace
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Print
  • email
  • RSS

About Raph